“Poveri noi” i ritratti a sostegno dei senza dimora. Intervista a Fabrizio Villa.

Visite: 4906

Volti di persone che non hanno avuto paura di mostrare la propria storia.
Fino al 29 giugno all’interno della libreria Feltrinelli di Catania in via Etnea sarà possibile visitare la mostra di ritratti fotografici “Poveri noi” di Fabrizio Villa, fotogiornalista siciliano. 
Le foto raccontano i volti degli ospiti della Locanda del Samaritano, struttura di accoglienza della Caritas di Catania che opera in città dal 2010. Il ricavato della vendita delle foto sarà devoluto alla Caritas per sostenere i servizi di accoglienza alle persone senza dimora.
Un’iniziativa nata dall’idea di Fabrizio Villa che ha voluto raccontare una realtà sempre più comune.

Nell’immaginario collettivo i senzatetto sono persone che hanno scelto di vivere da vagabondi, le sue foto invece ritraggono gente comune. Che effetto le ha fatto trovarsi di fronte a questa realtà?
La gente che ho ritratto sono i nuovi poveri. Uomini e donne che non avendo più un lavoro non possono più permettersi neanche di pagare un affitto per una abitazione. In altri casi non hanno più la possibilità neanche di mangiare. Sono gli effetti di una crisi che ha visto i più deboli arrendersi.

poveri noi catania fabrizio villapoveri noi catania fabrizio villaPer fortuna la Caritas viene loro in aiuto garantendo un pasto e un tetto per loro. Sicuramente ho avuto una sensazione di imbarazzo quando mi sono trovato davanti a loro. E’ gente normalissima, distinta, alcuni di loro pure eleganti nei modi. Sicuramente persone con una grande dignità e intelligenza. Certo, mi aspettavo i senza tetto che nell’immaginario collettivo sono quelli che vivono per strada nelle scatole di cartone. Da li la mia sorpresa e il mio imbarazzo.

Oggi è facile ritrovarsi senza lavoro e all’improvviso senza una casa, quali sono state le storie di vita che ha raccolto con questo lavoro?
Le storie sono tante e diverse, alcuni di loro mi hanno raccontato le vicissitudini che gli hanno portati in questo stato di povertà. Sono storie normali, di gente normale di buona volontà. Che a volte non basta.

Poveri Noi fabrizio villa cataniaPoveri Noi fabrizio villa catania

Storie di difficoltà, ma anche di solidarietà e dignità, quasi 30 persone hanno scelto di farsi fotografare, non hanno temuto di essere etichettati come “poveri”, in loro ha trovato la forza di voler andare avanti ?
Hanno tutta la mia ammirazione per aver scelto di metterci la faccia in questo progetto. Al’inizio è stato difficile per me, ero disorientato. Ma la loro simpatia e vorrei dire anche la loro bellezza interiore mi hanno permesso di iniziare questo lavoro con più convinzione rispetto all’idea originaria.

Il ricavato di questa mostra sarà devoluto alla Caritas di Catania, questo é stato il suo gesto di aiuto, cosa pensa dovremmo fare tutti noi per aiutare chi si trova in difficoltà?
Questa è la domanda più difficile e mi mette in crisi. Ci ho pensato nel momento stesso che li ritraevo. Mi sentivo impotente. Avrei e vorrei fare di più. Ma non ho i mezzi. Anzi l’unico che posseggo, la mia fotografia, l’ho messa a loro disposizione per renderli visibili.

 

“Cercavo i volti di uomini e donne comunemente – e spesso impropriamente – definiti “senza tetto”. Ed ecco la sorpresa: la gente che mi si presenta davanti è ben diversa da come immaginavo. Sembra gente normale, ammesso che questa parola significhi qualcosa.
La povertà è lì, vicinissima a noi, tanto vicina che non possiamo più ignorarla”.

 

POVERI NOI from fabrizio villa on Vimeo.

 

 

 

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *