Nove: Davide Bramante

Visite: 1996

NOVE è il titolo di un ampio progetto che ha al centro il lavoro del fotografo Davide Bramante e costituisce un momento significativo nella sua prolifica e cosmopolita carriera.
Bramante realizza le sue opere fotografiche con la tecnica della esposizione multipla in fase di ripresa, risultato di più scatti (da quattro a nove) sulla stessa porzione di pellicola, caratteristica distintiva unica che ha assicurato a Bramante un posto più che meritato nella fotografia d’arte.
Ne risultano visioni simultanee di grandi città, porzioni assemblate dei suoi tanti viaggi e dei suoi pensieri, opere d’arte suggestive e seducenti dove i luoghi più rappresentativi di ogni città riescono a convivere diventando interpretazioni dello spirito collettivo. La sovrapposizione è una delle tecniche più affascinanti della fotografia ma usata molto di più nel cinema.
Bramante la usa per uscire, andare in giro per il mondo e catturare immagini, e invece che ricondurle a un reportage documentario, lo fa diventare un’opera a parte, un altro mondo.
Il progetto espositivo si articola nelle due sedi museali, il Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia Riso e la Galleria d’Arte Moderna GAM di Palermo

NOVE sta per i nove artisti coinvolti nell’evento, personalmente invitati da Davide Bramante. Nelle sale di Palazzo Belmonte Riso si creerà un dialogo tra le opere di Davide Bramante e quelle degli artisti chiamati a dialogarci; tra i lightbox e le sculture “luminose” del fotografo saranno esposti i lavori di Stefano Cumia, Gianni Di Rosa, Donatella Lombardo, Massimiliano Pelletti, Perino & Vele, Roberto Pugliese, Turi Rapisarda, Giulio Zanet.

E proprio partendo dall’input delle sue opere luminose, Bramante ha idealmente pensato questa mostra come una dedica alla luce, o meglio alla relazione che si instaura con questo elemento, indispensabile e imprescindibile per la creazione, e per certi versi la sua comprensione.
Il 2015 è stato proclamato d’Assemblea Generale delle Nazioni Unite “Anno internazionale della Luce” con l’obiettivo di accrescere la conoscenza e la consapevolezza di ciascuno di noi sul modo in cui le tecnologie basate sulla luce promuovano lo sviluppo sostenibile e forniscano soluzioni alle sfide globali.
È ben noto che nell’arte la luce – naturale o artificiale – svolge un ruolo fondamentale, e da sempre la ricerca della luce è una delle grandi sfide affrontate dagli artisti, impegnati a catturarne il valore simbolico e concreto.
Dall’occhio al cervello, la luce permette di mettere in atto i meccanismi della visione e di percepire forme e colori, e negli ultimi cento anni, le novità tecnologiche hanno offerto nuovi percorsi artistici; la luce è diventata un medium carico di valenza e significati, e oggi le ricerche espressive costruite sulla luce e sulla illuminotecnica caratterizzano i lavori di molti artisti contemporanei che sperimentando coraggiosamente e facendo scelte audaci utilizzano la luce con nuovi obiettivi, in stretta relazione ai nuovi linguaggi e alla nuove tecnologie.

Con la mostra alla GAMil cui titolo allude sinteticamente al numero delle province siciliane – Bramante compie una “indagine” sulle opere che si trovano sul territorio dell’Isola e che nel corso degli anni sono state acquisite da collezionisti siciliani, oltre a voler essere un modo per ringraziare pubblicamente coloro che hanno creduto e credono nel suo lavoro. La mostra parte infatti da un primo grande nucleo di opere provenienti da collezioni siciliane. Dopo aver girato il mondo e fotografato centinaia di città realizzando migliaia di scatti, per il “globetrotter” Bramante – le cui opere si trovano in molte prestigiose collezioni sul territorio nazionale ed internazionale – questa esposizione è forse soprattutto un tributo alla sua Sicilia, terra ricca di storie, di passaggi, di dominazioni, di stratificazioni e di immagini che inevitabilmente hanno contribuito alla formazione del suo DNA artistico. Oltre al nucleo centrale di opere, il percorso espositivo si articolerà in altre tre sezioni tematiche.
Una si compone di 3 nuove Photos di medio/grande formato, inedite e realizzate in omaggio a Palermo appositamente per questa mostra, la seconda è una serie di acquarelli su foto, la terza è un nuovissimo ed inedito progetto di opere stampate su tessuto, realizzate in collaborazione con la Seteria Argenti di Como.

Nato a Siracusa nel 1970, Davide Bramante si è formato a Torino, alla prestigiosa Accademia Albertina di Belle Arti. Il suo curriculum artistico annovera numerose esperienze a livello internazionale, ha all’attivo oltre sessanta mostre tra personali e collettive in Musei, Fondazioni e Gallerie nazionali ed estere, tra cui il MoMA New York Museum, il MACI di Isernia, il Palazzo delle Papesse di Siena e il Kunsthaus Tacheles di Berlino.

Promosso dall’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana e realizzato dal Museo Regionale d’Arte Contemporanea Palazzo Belmonte Riso, dalla Galleria d’Arte Moderna di Palermo e dall’Associazione Ars Mediterranea, in collaborazione con la RizzutoGallery

 

arte siciliaNOVE | DAVIDE BRAMANTE +
Stefano Cumia, Gianni Di Rosa, Donatella Lombardo, Massimiliano Pelletti, Perino & Vele, Roberto Pugliese, Turi Rapisarda, Giulio Zanet

RISO, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia
Corso Vittorio Emanuele 365 – 90134 Palermo
www.palazzoriso.it
Inaugurazione sabato 04 aprile, ore 17:00
Aperta fino al 3 maggio 2015
orari: martedì, mercoledì, domenica 10.00 – 20.00
giovedì, venerdì, sabato 10.00 – 24.00; lunedì chiuso. La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura del Museo.
Ingressi: intero € 6,00 | ridotto € 3,00DAVIDE BRAMANTE – NOVE

GAM – Galleria d’Arte Moderna
Via Sant’Anna 21 – 90133 Palermo
Inaugurazione sabato 04 aprile, ore 19:00
Aperta fino al 17 maggio 2015
orari: martedì – domenica ore 9.30 – 18.30, lunedì chiuso; la biglietteria chiude alle ore 17.30
Ingressi: intero € 6,00 | ridotto € 4,00 | cumulativo mostra + museo € 9,00
Comunicazione Galleria d’Arte Moderna

 

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *