Luigi Rabbito il visionario artista di Comiso in mostra a Catania.

Visite: 4621

Prorogata fino al 24 ottobre, a Catania la mostra dedicata a Luigi Rabbito il visionario artista di Comiso, scomparso improvvisamente a 43 anni nel luglio 2011 a causa di un drammatico incidente stradale, proprio mentre organizzava questa esposizione a Catania.
“Una nuova grande occasione – commenta la co-curatrice Auteri – per conoscere a vicino questo artista che non lascia indifferenti per grandezza, forza, perizia tecnica e ispirazione. Senza contare che, proprio sabato 6 ottobre, si celebra in tutta Italia l’VIII edizione della Giornata del Contemporaneo organizzata dall’Amaci, l’associazione dei Musei italiani di arte contemporanea. Per il pubblico di Catania l’invito è quello di esplorare l’arte di Rabbito a Palazzo della Cultura ma anche ripercorrere, grazie al video proiettato nell’apposita saletta, la grande performance Pneuma del 2010 a Comiso, quando l’artista, per un intero giorno, immobilizzò il traffico della sua città orchestrando una serie di tracce antropomorfiche su polistirene”. 

RABBITO, Performance Pneuma, Comiso 2010 (ph. Franco Noto)In mostra circa cinquanta opere, comprese quelle di grandi dimensioni – veri e propri combine paintings (dipinti integrati con oggetti inglobati al colore) – e le istallazioni dell’ultimo periodo, che hanno per tema i paesaggi urbani, gli ingorghi stradali di auto, camion, moto e mezzi pubblici, le macchine agricole – trattori e mietitrebbia – e quei loro enormi pneumatici con cui percorrono la nostra contemporaneità e irrompono nei silenzi bucolici delle campagne, a tutte le latitudini.

L’allestimento, articolato fra sei grandi sale al pianterreno di Palazzo Platamone, ospita anche un’originale quadreria, la serie dei Resurgit , in cui Rabbito imprime su tela le sue materiche visioni del passaggio dalla vita carnale a quella spirituale, quasi una premonizione. Ci sono poi diverse installazioni e anche una serie di tele incompiute mentre, in un’apposita saletta viene trasmesso a ciclo continuo un video. È stato realizzato in occasione di Pneuma, la performance del 2010 a Comiso, quando l’artista coinvolse decine di mezzi – auto, moto, camion, caterpillar ma anche semplici biciclette – a lasciare l’impronta del proprio pneumatico (dal greco pneuma: respiro, aria, soffio vitale… anima), registrandone il passaggio altrimenti invisibile (come l’anima, appunto) su pannelli di polistirene, poi ricomposti per un’originale installazione.

Introduce l’esposizione a Palazzo della Cultura un’opera inedita di Giovanni La Cognata, che con il suo inconfondibile segno nervoso e magnetico, ha dedicato un delicatissimo disegno all’amico e collega prematuramente scomparso: lo ha ritratto accovacciato, in posizione fetale, dentro uno dei suoi giganteschi peumatici.

 

Rabbito
a cura di Mercedes Auteri e Angelo Buscema
Palazzo della Cultura, Catania 8 settembre – 24 ottobre 2012

Orari:
da martedì a sabato 9-13, 15.30-19.
Domenica 9-13.
Lunedì chiusi.
Ingresso libero. 

Testi Mercedes Auteri e Angelo Scandurra
Traduzione in lingua inglese Rita Baiamonte
Foto opere Franco Noto
Foto performance “Pneuma” Maurizio Cugnata
Progetto grafico Alessandra Roccasalva
Realizzazione Officina delle immagini

Mostra promossa dagli eredi Rabbito
in collaborazione con il Comune di Chiaramonte Gulfi (Rg)

 

 

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *