Stelle e Lapilli vivi Nicolosi 2014
Ago02

Stelle e Lapilli vivi Nicolosi 2014

Stelle & Lapilli 2014 Vivi Nicolosi. Arte, Cultura, Sapori, Musica, Sport, Moda e Spettacolo ai piedi dell’Etna. Tutto il programma completo della manifestazione.

Read More
A’ Nivarata di Acireale: il festival della granita siciliana.
Giu03

A’ Nivarata di Acireale: il festival della granita siciliana.

Visite: 3099La granita non ha bisogno di celebrazioni è conosciuta e amata da ogni viaggiatore che ha visitato la Sicilia. L’associazione di immagini è molto semplice e comune a tutti: seduti ad un tavolino vista mare, tarda mattinata, granita e briosche. In fondo questa immagine rimane una “cartolina della Sicilia” indelebile e comune a molti.Più di un rito? Ovviamente anche questo rito culinario siciliano ha una sua arte, una lavorazione, un pizzico di creatività, che può fare di un semplice incontro tra ghiaccio e frutta, o essenza o gusto, una lavorazione artigianale che si avvicina molto all’attenta lavorazione di qualsiasi dolce. Per il secondo anno consecutivo ad Acireale dal 13 al 16 giugno (leggi articolo edizione 2012), splendida cittadina ad una decina di chilometri da Catania, si svolge l’evento “a Nivarata e il rito della Granita Siciliana”, che oltre a proposte di intrattenimento vari si propone come una vera e propria “esposizione del gusto” della granita, con momenti di conoscenza e recupero delle tradizioni o perlomeno ad una parte della storia popolare che vive intorno alla granita siciliana. Per esempio nei giorni dell’evento il maestro sardo Graziano Pranteddu, insieme con Mario Ruzzoli mostreranno ai visitatori la realizzazione della granita al limone con i metodi antichi, quando ancora non esistevano frigoriferi e congelatori. Il nome “a’ Nivarata” viene raccolto dalla storia popolare del territorio etneo, infatti sin dal Medioevo, in Sicilia esisteva la professione dei “nivaroli”, cioè quegli uomini che d’inverno si occupavano di raccogliere la neve sull’Etna, sui monti Peloritani, Iblei o Nebrodi, e tutto l’anno, si occupavano di conservare la neve nelle “neviere”, preservandola dal calore estivo, per poi, come nel caso dei “nivaroli dell’Etna”, trasportarla sino in riva al mare nei mesi di maggiore arsura.La neve da “muntagna”, dalle “nivere” dell’Etna, arrivava ad Acireale in piena estate, ottima per confezionare le granite, si vendeva “na vanedda a nivi”, oggi via Lancaster di Acireale. La neve d’inverno veniva posta in grossi fossi appositamente scavati nel terreno e ricoperta di cenere vulcanica o dentro grotte vulcaniche, d’estate veniva ripresa e confezionata in “balle”, ricoperta di felci e paglia e trasportata a valle con carretti o muli in sacchi di juta (Antonino Cucuccio – AAG Accompagnatore Alpinismo Giovanile Sezione Acireale del Club Alpino Italiano).   Ecco il programma dei giorni dell’evento SFILATA DEL GUSTO SICILIANO AL FESTIVAL DELLA GRANITA. Dal 13 al 16 giugno 2013 ad Acireale (Ct) si terrà la seconda edizione del festival ‘a Nivarata e il rito della Granita Siciliana. L’evento prenderà vita lungo le vie del centro della città, ricco di storia, di eredità culturali, architettoniche, naturalistiche e gastronomiche legate alle numerose dominazioni.   GIOVEDÌ 13 GIUGNO...

Read More
Sagra del pistacchio di Bronte 2012
Set27

Sagra del pistacchio di Bronte 2012

Visite: 7188Da giovedì 27 a domenica 30 settembre 2012 e da venerdì 5 a domenica 7 ottobre 2012 a Bronte (CT) si rinnova l’appuntamento con l’attesa Sagra del Pistacchio, un’occasione unica per degustare le fantasiose ed originali creazioni degli chefs e pasticcieri brontesi, maestri nella difficile arte della lavorazione del pistacchio. Al via dunque la XXIII edizione della Sagra del Pistacchio di Bronte, tradizionale manifestazione dedicata al pistacchio, l’Oro Verde della cittadina etnea. Un evento gastronomico da non perdere: durante la manifestazione vengono infatti allestiti degli stand gastronomici in cui è possibile assaggiare i frutti al naturale, insieme a una grande varietà di prodotti derivati. Delle vere e proprie squisitezze, a cui è difficile resistere: dai pasticcini ai torroni alle mousse, dai gelati alle granite, dalle fillette (delle specie di savoiardi) alla “nutella verde” che qui si sono inventati con successo, ma anche primi e secondi piatti, arancini e salsiccia.   PROGRAMMA   23° SAGRA DEL PISTACCHIO DI BRONTE 27 SETTEMBRE – GiovedìOre 18.00 Inaugurazione della SagraSaluti istituzionali Viale CataniaBanda musicale “S. Biagio di Bronte” Corso UmbertoSbandieratori e musici Leoni Reali di Camporotondo Etneo Piazza Castiglione – Corso UmbertoOre 18.00 Apertura standsOre 18.00 Mostra di pittura dal 27 al 30 settembre e dal 5 al 7 ottobre:Martini Vincenzo – Nelu Pascu – Cristina Lefter – Paola Ruggiero Circolo di CulturaOre 18.00 Animazione itinerante Corso UmbertoOre 21.00 Gruppo musicale “Appaloosa Victor’s Contry” Piazza E. Cimbali 28 SETTEMBRE – VenerdìOre 18.00 Apertura standsOre 18.00 Gruppo folkoristico “I Cariddi” Corso UmbertoOre 20.00 I nonni in festa Piazza RosarioOre 22.00 Pistacchio dance Piazza Rosario 29 SETTEMBRE – SabatoOre 10.00 Apertura standsOre 11.00 “Insieme con ………..” Spettacolo di animazione Piazza RosarioOre 11.00 Gruppo folkloristico “I Cariddi” Piazza SpedalieriOre 18.00 Banda musicale “S. Biagio di Bronte” Corso UmbertoOre 18.00 Animazione itinerante Corso UmbertoOre 19.00 “La Fisarmonica di Salvo Mommo” P.zza Cavallotti – P.zza On. SaittaOre 19.00 Gruppo Folkloristico “I Cariddi” Corso UmbertoOre 20.00 Gruppo “Shadow Show” Piazza RosarioOre 21.00 Gruppo musicale “Una razza … una faccia” Piazza Enrico CimbaliOre 22.30 Pistacchio dance Piazza Rosario 30 SETTEMBRE – DomenicaOre 09.00 Estemporanea di pittura a cura della FIDAPA Sezione di Bronte Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello”Ore 10.00 Apertura StandsOre 11.00 Banda musicale “S. Biagio di Bronte” Corso UmbertoOre 11.00 “Insieme con ………..” Spettacolo di animazione Piazza SpedalieriOre 11.00 Gruppo folkloristico “ I Tamburi di Buccheri” Corso Umberto- P.zza RosarioOre 18.00 Premiazione Estemporanea di pittura Pinacoteca “Nunzio SciavarrelloOre 18.00 Animazione itinerante Corso UmbertoOre 19.00 “La Fisarmonica di Salvo Mommo” P.zza Cavallotti – P.zza On. SaittaOre 19.00 Gruppo Folkloristico “I Tamburi di Buccheri” Corso Umberto- P.zza Rosario- P.zza SpedalieriOre 20.00 Gruppo musicale “I Giufà” Piazza Enrico Cimbali 5 OTTOBRE – Venerdì“ La scuola scende in piazza”Ore 10.00 Apertura standsOre 10.00 Parata di musicisti, animatori, giocolieri lungo il Corso UmbertoOre 11.00 Saluti del SindacoOre 11.30 Spettacolo di animazione Parco UrbanoOre 12.00 “Sulla bocca di tutti” il gelato al pistacchio offerto a tutti i piccoli ospiti Parco UrbanoOre 12.30 “Insieme con...

Read More
Le Forre laviche di Adrano
Set07

Le Forre laviche di Adrano

Visite: 9374Le Forre del Simeto sono delle gole che il fiume ha scavato nelle rocce laviche. Quelle di Adrano sono situate in prossimità di uno dei resti di un antico monumento che è chiamato “Ponte dei Saraceni”. Per raggiungere il sito occorre recarsi da Catania nella cittadina di Adrano percorrendo la SS 121. Per entrare ad Adrano ci sono tre ingressi; il primo è perennemente ostruito; si superi il secondo e si imbocchi il terzo; fatto ciò si giri immediatamente a sinistra, imboccando la via San Paolo; in fondo a questa strada si trova un primo cartello turistico che indica: “Ponte dei Saraceni”. Si passa così nel Viale della Regione, confortati da altri cartelli che ci portano nel quartiere Santa Maria delle Salette; qui un nuovo cartello porta la dicitura “SP 122: Ponte dei Saraceni”. Si percorra questa provinciale per circa 3 Km, finché si giunge all’innesto con la SP 94; si svolti a destra e si vada avanti per circa un centinaio di metri; un segnale indicherà di prendere a destra una carrareccia che dopo 1 Km ci condurrà al cospetto del Ponte. È questo un monumento inserito magnificamente bene nel paesaggio, costruito in conci lavici e blocchi arenacei, che resta sospeso su cinque archi: tre a tutto sesto e due acuti. Lasciamo il mezzo e iniziamo a percorrere le sponde del fiume, incominciando da quella sinistra. Continuando lungo la strada sterrata, dopo qualche centinaio di metri, troveremo uno sbarramento artificiale di massi e sul lato sinistro un sentiero che scende verso un uliveto; ai lati della viottola grandi cespugli di Euforbia arborea. Sbuchiamo così sulla golena del fiume, che qui scorre su fianchi aperti; noi ci dirigiamo verso valle, rasentandone le sponde; dopo qualche decina di metri sentiremo un fragore di acque; c’è un cascata e subito dopo il fiume si inabissa fra profonde pareti. Siamo sulle forre. Con molta prudenza ci affacciamo sull’orlo per vedere la corrente che salta e si contorce fra rapide e marmitte (cavità scavate dai vortici dell’acqua). Le gole si estendono per circa 100 m, ma noi, da dove ci troviamo, non le possiamo seguire per intero nel loro sviluppo. Torniamo allora sulla golena, dove troveremo diverse piante glareicole (che vivono sui greti ciotolosi). Domina fra tutte l’Oleando, seguito dalla Ginestra spinosa, dall’Assenzio e dalla Lappola. Inizieremo ora a percorrere la sponda verso monte; ci sono impalpabili sentieri che scorrono parallelamente al fiume; quasi a contatto con l’acqua. Incontreremo vegetazione arborea ripariale costituita da Salice bianco, Salicone, Salice rosso, Tamerice maggiore e Pioppo nero. Scendendo sulla golena troveremo varie specie erbacee: Masticogna , Asfodelo fistoloso e Mandragora. Sui terrazzamenti laterali, Ginestra spinosa,...

Read More
Lavica Rock 2012: band emergenti e cover band locali in concorso a Viagrande.
Ago17

Lavica Rock 2012: band emergenti e cover band locali in concorso a Viagrande.

Lavica Rock 2012 concorso per band emergenti e cover band locali. Parco comunale di Viagrande (Catania) 31 agosto e 1 settembre. Ingresso libero

Read More
A Motta Sant’Anastasia (CT) la XVII edizione delle “Feste Medievali”
Lug29

A Motta Sant’Anastasia (CT) la XVII edizione delle “Feste Medievali”

Dall’11 al 19 agosto a Motta Sant’Anastasia tornano le “Feste medievali”, manifestazione organizzata dall’associazione “Casa Normanna” e giunta alla XVII edizione.

Read More